Una terra magica: Rainbow Magicland


Una musica allegra di sottofondo appena varchi l'ingresso.
Una corona rosa degna delle più belle regine.
Sabato scorso sono sbarcata su una terra magica.
Un luogo incantato: il Rainbow Magicland di Valmontone, vicino Roma.
Cavalli colorati, auto volanti, tazze magiche e castelli incantati.
Ponti in legno, cascate, battaglie navali e un mondo in 5D (Huntik).
A Magic Rainboland tutto è possibile.
Incontrare fatine volanti, pinguini e il Gattibaleno, la mascotte del parco.
Scorgere casette con le finestre a cuore, bruchi e treni volanti.
Anche il pranzo a Rainbow Magicland è regale (con tanto di incoronazione all'ingresso).
Nel pomeriggio, dopo una battaglia navale, rapide e cascate abbiamo testato la zona dedicata ai più coraggiosi di Rainbow Magicland.
Adrenalina pura, brividi e molte urla!
Quella che sembrava una posseduta, ero io.
Abbiamo iniziato con lo spinning coaster indoor Cagliostro, montagne russe da brividi, ricche di colpi di scena.
Non contenti siano saliti a bordo dell'olandese volante, montagne russe per tutti (i coraggiosi), dove sono stata letteralmente derisa da due nanetti impavidi.
Ma le vere attrazioni del parco Rainbow Magicland sono il roller coaster Shock, 38 secondi senza fiato a 100 km/h e la torre MystiKa, un salto "nel vuoto" di soli 70 metri.
Queste ultime due me le sono lasciate per una "seconda volta" al Rainbow Magicland di Valmontone.
Non potevo farle tutte la prima volta!






Commenti